di Francesco Maria Pianese)

Anche quest’anno si è conclusa questa prima attività estiva. Il Maremeeting è una convention culturale, che rappresenta un’occasione per riflettere insieme con ragazzi provenienti da altre parti d’Italia su tematiche vicine a noi giovani. Quest’incontro si svolge in Sicilia, nel Centro Internazionale Calarossa, vicino a Terrasini (foto 1).
Quest’anno il tema del convegno è stato l’uso del cellulare. Noi del Laurento abbiamo esposto una presentazione che abbiamo preparato, nel mese precedente, in diversi pomeriggi passati insieme. Abbiamo riflettuto sul tema scelto partendo dall’osservazione e dal monitoraggio dell’utilizzo che noi stessi facciamo del telefono (foto 2).
A differenza degli anni passati, dove a conclusione del convegno bisognava consegnare un piccolo testo scritto, quest’anno, fortunatamente, ci è stato proposto di girare un piccolo video con la nostra squadra, formatasi nei giorni precedenti in occasione della “caccia al tesoro”.
Come forse si è già capito, il nostro tempo a Calarossa non è trascorso solamente in una perpetua riflessione sui temi del convegno; buona parte delle giornate veniva infatti occupata giocando a calcio, stando a mollo nell’acqua o in altre attività, splendida occasione per fare amicizia con gli altri ragazzi presenti, autoctoni e non (foto 3).
Con “altre attività” intendo riferirmi alla possibilità che abbiamo avuto di vedere un film la sera, di fare una cena sul lungomare seguita da un incontro con due ragazzi immigrati provenienti dall’Africa, e di altre due cose che mi sono piaciute particolarmente: la gita al Duomo di Monreale e la caccia al tesoro.
La visita al Duomo mi ha colpito poiché, oltre agli splendidi mosaici presenti all’interno, siamo potuti salire sulla parte superiore dell’edificio da dove abbiamo potuto osservare la città di sera. Riguardo ai mosaici mi limito a dire che sono davvero belli, molto più che in fotografia, e che coprono quasi l’intera superficie della Chiesa. Altra cosa notevole del Duomo è l’organo, che è il più grande in Europa (foto 4).
Nella caccia al tesoro mi sono divertito parecchio poiché le prove che dovevamo affrontare erano le più svariate e richiedevano quasi tutte l’uso del cellulare, e pertanto erano in perfetta linea con il tema del convegno.  Esse andavano da un classico cruciverba fino ad una foto con un vecchietto locale, dalla realizzazione di un video in riva al mare cantando una canzone alla prova finale: un ragazzo di ogni squadra doveva presentarsi vestito da pirata nell’aula conferenze (foto 5).
Insomma, è stato davvero un bellissimo Maremeeting: mi ha lasciato diversi temi su cui riflettere e molti amici che spero di rivedere l’anno prossimo.